mercoledì, settembre 14, 2005

La Lezione

Qualche nuvola rincorre se stessa nel cielo sopra Chicago Hall. Gli alberi stanno cominciando a imbiondire, e il sottoscritto ad ambientarsi seriamente. I corsi che ho scelto di seguire - per ora uno come auditor e uno come studente regolare - sono tenuti dal Lunedi' al Mercoledi' in due diversi edifici, Blodgett e Rockefeller Hall, e sono rispettivamente "Media and War" e "Sociology of the New Economy". Nel primo si parla soprattutto di come i mezzi di comunicazione odierni vincono o perdono letteralmente le guerre oggigiorno, e come una foto, vera o finta che sia, puo' creare un mezzo terremoto a livello di coscienza globale. Abu Ghraib, My Lai, Robert Capa. Ovviamente, essendo questo uno dei college di trincea liberal degli Stati Uniti, piu' di meta' degli studenti della classe fanno a gara ad insultare la propria amministrazione e gran parte della loro storia, con l'altra meta' quasi imbarazzata da questo sfoggio di professionale superiorita' antropologica. Io, dal canto mio, mi limito a far notare come i media europei certe volte calchino la mano in senso diametralmente opposto alla tanto vituperata Fox News, il canale di proprieta' di News Corp. (=Murdoch) virulentemente prointerventista. Per fare un esempio, vi ricordate della sequenza del marine che sparo' una raffica addosso ad un iracheno ferito mentre quello cercava di fingersi morto in una moschea a Fallujah, l'anno scorso?
Qui nessuno l'ha mai vista. Qualcuno se l'e' andata a cercare su Internet, ma nessun canale televisivo l'ha fatta vedere. Qualcuno potrebbe obiettare che se e' per quello, neanche la decapitazione di Daniel Pearl ha avuto molto airtime, ma il punto e' un'altro, specie se uno mette questa osservazione fianco a fianco con la sequela di specifiche tecniche dei jet da combattimento, dei missili, delle portaerei e degli armamenti leggeri in dotazione ai marine che si potevano (e che si possono) vedere sulla CNN americana e su Fox News. Comprese le riproduzioni in 3-D dei mezzi e dei fucili, con le textures cosi' verosimili che potevo distinguere la finitura di un Barrett da quella di un M-16.
A guardarle da vicino, uno della mia eta' difficilmente non puo' notare una certa analogia con quelle schermate di selezione dei mezzi che sono presenti in molti videogiochi. Per un attimo mi e' mancato solo di sentirmi un pad in mano e di vedere in sovraimpressione la scritta "Choose your gear, then press Start button". Desert Storm 2, la chiamano.

Ah, ed e' per Ps2 o Xbox?